17 agosto 2018
Aggiornato 12:30

Lutto nel mondo dell’arte torinese, a 78 anni muore la critica Marisa Vescovo

La storica e critica d’arte è deceduta in Liguria a causa di un malore improvviso mentre faceva il bagno, inutili i soccorsi 
Marisa Vescovo, storica e critica d'arte
Marisa Vescovo, storica e critica d'arte ()

TORINO - Lutto nel mondo dell’arte piemontese e torinese per la morte di Marisa Vescovo, critica e storica d’arte scomparsa all’età di 78 anni a causa di un malore improvviso mentre si trovava in Liguria, nei pressi delle Cinque Terre. Secondo le prime ricostruzioni Marisa si è sentita male mentre stava facendo il bagno in acqua e a nulla sono serviti i tentativi di rianimazione da parte degli uomini del 118. 

La carriera
Allieva del celebre saggista Maurizio Calvesi - con cui ha collaborato nelle Biennali di Venezia del 1984 e del 1986 - nel corso della sua carriera Marisa Vescovo ha curato numerose mostre in tutto il mondo e firmato diverse pubblicazioni e cataloghi, oltre ad aver insegnato per 25 anni Fenomenologia dell’arte contemporanea all’Accademia di Belle Arti di Genova. A Torino si è occupata delle attività artistiche della Fondazione Palazzo Bricherasio - di cui ha anche partecipato alla nascita nel 1995 - ed è stata direttrice dell’Istituto Garuzzo per le Art Visive, meglio conosciuto come IGAV, per il quale ha curato mostre in Cina, Corea del Sud e Russia.