27 maggio 2020
Aggiornato 00:30
«Incontriamoci su Skype»

Progetto «Incontriamoci su Skype» nella Residenza Sereni Orizzonti di Vinovo

«Incontriamoci su Skype» č un progetto che mira, attraverso la tecnologia, ad avvicinare, semplificare e favorire l'incontro e la comunicazione tra gli ospiti delle strutture e i loro parenti

VINOVO - Come evidenzia il Libro Verde «Vivere e lavorare nella Società dell’informazione: priorità alla dimensione umana» siamo entrati in un periodo storico di trasformazioni tecnologiche, generate dallo sviluppo e dalla sempre più vasta applicazione delle tecnologie dell’informazione e della comunicazione. Viviamo cioè un processo di promozione del sapere, del saper fare, del saper essere ma soprattutto dell’imparare ad apprendere in modo continuo. Colmare questo gap esistente diviene di primario interesse per l'intera collettività, una vera e propria risorsa sociale. Inoltre i ritmi frenetici che la vita moderna impone, le molteplici attività che impegnano quotidianamente le persone, la distanza geografica, il poco tempo a disposizione per conciliare lavoro e famiglia inficiano le «regolari" visite che i soggetti riescono ad effettuare nell'arco della settimana agli ospiti che risiedono in maniera stabile presso le RSA o strutture analoghe.

Da queste premesse nasce "Sereni Orizzonti - Incontriamoci su Skype", un progetto che mira, attraverso la tecnologia, ad avvicinare, semplificare e favorire l'incontro e la comunicazione tra gli ospiti delle strutture e i loro parenti. Migliorare la qualità della vita dell'anziano, i servizi offerti e accrescere l'inclusione sociale e momenti di aggregazione all'interno della struttura e la massima integrazione con la comunità esterna sono, da sempre, la mission del Gruppo.
In questo percorso formativo sono stati coinvolti gli operatori della residenza Sereni Orizzonti «Alberto Dalmasso» di Vinovo e i loro ospiti. Grazie all'aiuto di professionisti del settore che si sono recati presso la struttura, sono stati forniti gli strumenti necessari per implementare il servizio nelle strutture del Gruppo.

L'intento del progetto è quello di avvicinare, seppure virtualmente, gli anziani ospiti delle strutture e le loro famiglie. Il servizio sarà attivato in tutte le strutture Sereni Orizzonti.

Carmagnola, insieme a Piobesi Torinese, Piverone, Vinovo e Volvera, sono soltanto alcune delle residenze in provincia di Torino del gruppo friulano Sereni Orizzonti, uno dei primi gruppi in Italia nella costruzione e gestione di residenze per anziani. Il Gruppo sta rafforzando la propria presenza in Piemonte, divenendo il primo operatore privato di settore in regione e portando a 25 le residenze piemontesi del gruppo, per un totale dii 1316 posti letto.
Il presidio socio-sanitario di Vinovo, costruito secondo i più moderni standard domotici, può accogliere 120 ospiti in sei nuclei assistenziali-residenziali a seconda del grado di non autosufficienza degli ospiti.

Tutte e cinque le residenze in provincia di Torino, sono dotate di comfort completi declinati sulla base delle esigenze dell’utente. Forniscono servizi assistenziali sanitari, alberghieri e di animazione altamente qualificati, pensati per far sentire l’ospite come in una seconda casa. Inoltre, gli anziani possono usufruire anche di programmi individuali di riabilitazione fisioterapica. Competenza e umanità sono le parole d’ordine del personale impiegato nelle strutture. L’impegno è quello di creare un clima familiare e sereno dove gli ospiti possano sempre sentirsi a loro agio.

L'attività di Sereni Orizzonti non si ferma al Piemonte. Il Gruppo si è sviluppato negli anni fino ad essere presente, con 60 strutture attive, in altre nove regioni italiane: Piemonte, Lombardia, Veneto, Emilia Romagna, Liguria, Toscana, Lazio, Sicilia e Sardegna. Per il quinquennio 2015-2020 è stato predisposto un piano di investimenti di 80 milioni di euro, in funzione anche della realizzazione di 8 nuove residenze tra Emilia Romagna, Lazio, Sardegna e Veneto.