24 ottobre 2018
Aggiornato 00:00

Paura a Caselle: «112, due ladri hanno scavalcato la recinzione di casa»

Quando i carabinieri sono intervenuti, i malviventi si sono dati alla fuga. Uno di loro, prima di essere catturato, ha aggredito il militare

CASELLE - Alle 03.30 circa del 17 agosto, un cittadino residente in via Audello di Caselle T.se, ha contattato l’utenza 112 per segnalare di aver notato dalla finestra della sua abitazione due giovani intenti a scavalcare la recinzione del condominio di via Cavour 2. In un primo momento la pattuglia della stazione Carabinieri di Caselle, giunta immediatamente sul posto, non notando alcuna presenza nella zona, si è allontanata. 

La doppia segnalazione e l'arresto
Poco dopo sempre lo stesso testimone ha ricontattato i carabinieri per segnalare che i due giovani avevano appena riscavalcato la recinzione e si erano nascosti dietro un furgone rosso parcheggiato nelle vicinanze. La pattuglia, tornata nella zona a fari spenti e a bassa velocità, ha proseguito in direzione del furgone a piedi. I due malfattori si sono dati immediatamente alla fuga in direzioni diverse, ma uno di essi è stato raggiunto e fermato dopo una piccola colluttazione capace di recare un piccolo trauma alla mano destra del militare operante. Il giovane di origine albanese di 21 anni, senza fissa dimora e con pregiudizi di polizia, è stato tratto in arresto perché trovato in possesso  di oggetti atti allo scasso, due smartphone e 60 euro in contanti, proventi del furto appena perpetrato. Al momento del furto, i proprietari dormivano e non si sono accorti dell’intrusione dei ladri.