25 maggio 2018
Aggiornato 07:00
Trasporti pubblici

Metro super-affollata nelle ore di punta, Gtt toglie 48 posti a sedere per aumentare il carico 

La decisione è stata presa a causa dell’aumento dei passeggeri a bordo dei treni, ma non a tutti piace. Il test partirà dal mese di settembre.

48 posti in meno sulla metro di Torino (© )

TORINO - Eliminare posti a sedere per far salire più persone in metropolitana. Una decisione che non mancherà certamente di far discutere, quella presa da Gtt per rispondere all’aumento sempre più crescente dell’utenza a bordo dei treni, soprattutto durante le ore di punta.

Utenti divisi sull’iniziativa 
Precisiamo: per ora si tratta di una sperimentazione e non è detto che l’USTIF - L’Ufficio Speciale Trasporti a Impianti Fissi - conceda il via libera all’iniziativa, specie se dovessero sorgere problemi legati alla sicurezza dei passeggeri. Al momento non sono ancora stati installati pali per permettere alle persone di reggersi durante le frenate e le ripartenze del mezzo e più di un utente, notata la carenza di sedili, ha manifestato il propio dissenso via social: «E’ una vergogna», si legge in alcuni commenti su Facebook. 

In totale 48 posti in meno sui treni
Il test di verifica partirà comunque e lo farà nel mese di settembre, quando la linea 1 riprenderà il suo pieno carico dopo il ritorno dei torinesi dalle vacanze estive. Riguardo ai posti in meno a sedere, il numero esatto è di 48 unità distribuite su sei vetture. Notare che tale iniziativa era già stata messa a punto due anni fa, quando altri sedili erano stati rimossi per questioni legate al carico insufficiente.