23 ottobre 2018
Aggiornato 14:00

Ricetta del carpaccio di polpo

Antipasto o secondo, il carpaccio di polpo è una pietanza leggera, infatti il polpo viene solamente bollito senza aggiunta di grassi
Ecco come fare il carpaccio di polpo
Ecco come fare il carpaccio di polpo ()

Antipasto o secondo, il carpaccio di polpo è una pietanza leggera, infatti il polpo viene solamente bollito senza aggiunta di grassi. La cosa che più mi piace e che posso prepararlo qualche giorno prima di consumarlo.

Ingredienti
1 polipo di circa 1 Kg
2-3 cucchiai succo di limone
4-5 cucchiai di olio extravergine
Sale q.b.
3 o 4 pomodorini
Prezzemolo q.b.

Preparazione

  • Compriamo un polipo che abbia un peso di circa 1 Kg.
  • Come prima cosa dobbiamo pulirlo: cominciamo togliendogli gli occhi e il rostro (cioè la parte callosa della bocca), ripuliamo la testa e laviamolo bene sotto l'acqua corrente, specialmente le ventose dei tentacoli che trattengono la sabbia.
  • Riempiamo un pentola d'acqua, aggiungiamo pochissimo sale (il polpo potrebbe essere salato), inseriamo all'interno un cucchiaino (serve per tenere morbida la carne del polpo), portiamo l'acqua a ebollizione e mettiamoci il nostro polipo, ma prima di lasciarlo definitivamente dentro la pentola, lo immergiamo e lo tiriamo fuori per 3 volte, questo serve a fare arricciare i tentacoli. Dobbiamo farlo cuocere per circa 45 minuti, comunque possiamo verificarne la cottura infilzando il polipo con i rebbi di una forchetta.
  • Quando il polipo è cotto teniamolo ancora dentro la pentola nella sua acqua di cottura, per circa 15 minuti per farlo intiepidire piano piano.
  • Mentre è in cottura noi prepariamo un contenitore a forma cilindrica. Una bottiglia dell'acqua minerale fa proprio al nostro caso. Tagliamo la bottiglia a 3/4 con una forbice appuntita o con un taglierino e bucherelliamone il fondo, serve a fare uscire il liquido in eccesso del polipo. Quando il polipo è tiepido togliamolo dall'acqua, scoliamolo e tagliamolo a pezzi (praticamente dobbiamo separare i tentacoli). Adesso riprendiamo la bottiglia e infiliamoci dentro ordinatamente e senza lasciare spazi vuoti i pezzi di polipo, premiamoli e spingiamoli bene verso il fondo della stessa e facciamo uscire l'acqua che viene fuori dai forellini che abbiamo fatto in precedenza. Una volta messo dentro la bottiglia i pezzi di polipo e schiacciati bene, dobbiamo tenerlo pressato e lo facciamo in questo modo.
  • Tagliamo la bottiglia della parte rimasta libera, facendo dei tagli verticalmente in modo tale che piegandoli all'interno formino una sorta di coperchio per tenere chiuso il polipo. Lo avvolgiamo, sempre tenendo tutto ben stretto, con della pellicola per alimenti e lo leghiamo con dello spago. Fatte tutte queste operazioni (più semplici a farsi che a dirsi) lo dobbiamo far raffreddare e quindi lo mettiamo in frigorifero per circa 24 ore. Trascorso il tempo necessario a fare compattare la carne (le 24 ore circa) riprendiamo la bottiglia, tagliamone il fondo, estraiamo il "salame" di polipo, adagiamolo su un tagliere e con un coltello affilato tagliamolo a fettine sottili.
  • Disponiamo le fettine su di un piatto da portata, condiamo con qualche cucchiaio di citronette (emulsione di 4-5 cucchiai d’olio extravergine, 2-3 cucchiaio di succo di limone e sale, sbattere con una forchetta), prezzemolo tritato e pomodorini tagliati a pezzetti. Questo serve a renderlo un po' più colorato visto che il gusto è già presente. Il carpaccio di polipo è pronto, serviamolo come antipasto, ma volendo va molto bene anche come secondo, con contorno di patate lesse condite con olio e prezzemolo.

Consigli: se dentro la pentola con l'acqua mettiamo un cucchiaino d'acciaio, o un tappo di sughero, il polipo risulterà più morbido. Il tempo di cottura del polipo è di circa 45 minuti per chilogrammo. Volendo, invece che legare il contenitore (la nostra bottiglia), si può tenere un peso sopra allo stesso per 24 ore o metterlo nel congelatore.