23 ottobre 2018
Aggiornato 14:30

Appendino tentata dall’invito del Pd milanese, ma alla fine non andrà alla festa dell’Unità

Come tradizione del Movimento 5 Stelle, anche la sindaca Chiara Appendino declinerà l’invito da parte del Pd di Milano che la voleva come ospite alla festa dell’Unità. La tentazione di rompere il tabù però è stata tanta
Appendinoa alla fine non andrà alla festa dell'Unità
Appendinoa alla fine non andrà alla festa dell'Unità ()

TORINO - Alla fine probabilmente declinerà l’invito, ma la tentazione di partecipare è stata tanta. Si dovrebbe concludere così l’invito del Partito Democratico di Milano che aveva chiesto alla sindaca Chiara Appendino di essere ospite della festa dell’Unità nel capoluogo lombardo, cosa che aveva fatto discutere e non poco visto che a Torino lo stesso Pd ha ignorato la neo prima cittadina. Appendino non andrà a Milano perché da quando è nato il Movimento 5 Stelle nessun esponente ha mai accettato inviti di altri partiti e non vuole essere di certa la prima lei a rompere questo tabù.

La tentazione di accettare l’invito
Non si può certo dire che la sindaca non ci abbia pensato. Accettare o non accettare? Alla fine ha deciso di non agitare le acque, cosa che già era riuscita a fare l’invito da parte del Pd milanese, dando proprio ad Appendino una piccola vittoria nei confronti del partito sconfitto solo due mesi fa a Torino. La feste dell’Unità in città prenderà il via il primo settembre e durerà fino al 12 in piazza d’Armi.