20 ottobre 2018
Aggiornato 19:30

Il Pd contro la spaghettata di piazza San Carlo: «Vergogna. E’ una passerella mediatica»

Polemiche per l’evento in favore dei terremotati. Il capogruppo Lo Russo: «L’iniziativa di Appendino si commenta da sola». La sindaca replica: «L’idea è della Protezione Civile»
Stefano Lo Russo, consigliere Pd
Stefano Lo Russo, consigliere Pd (Diario di Torino)

TORINO - Se nel Centro Italia si scava ancora fra le macerie in cerca di superstiti, a Torino si preferisce fare polemica utilizzando la tastiera del pc. A finire sul banco degli imputati è infatti la spaghettata solidale di piazza San Carlo, in programma domenica 28 agosto e finalizzata ad aiutare le popolazioni colpite dal terremoto. Un evento a cui parteciperanno anche la sindaca Appendino e gli assessori comunali ma che in queste ore è divenuto oggetto di discussione da parte di più di un esponente del Pd torinese.

Il Pd: «Una passerella mediatica»
«L’iniziativa di Appendino si commenta da sola, non occorre aggiungere altro», così il capogruppo dei democratici ed ex assessore Stefano Lo Russo.«Appendino non ha ancora capito che è sindaca di Torino e non una che passa di lì per caso», rincara la dose il senatore Stefano Esposito, mentre il consigliere della Circoscrizione 3 Valentino Magazzù ci va giù pesante: «Vergognatevi. La beneficenza si fa senza chiedere nulla in cambio e senza organizzare passerelle mediatiche»

Appendino: «L’iniziativa è della Protezione Civile»
Una polemica social a cui ha voluto rispondere la stessa sindaca, che su Twitter ha precisato come l’iniziativa della spaghettata: «Non è né mia né del Comune» bensì della Protezione Civile. In effetti saranno proprio le varie associazioni di volontariato operanti sul territorio a predisporre in piazza San Carlo una struttura di 360 metri quadrati - già utilizzata nel 2009 in occasione del terremoto a L’Aquila - dove servire fino a 5mila piatti di pasta ai cittadini torinesi. 

La proposta di Lo Russo
A corredo della diatriba online, da registrare positivamente c’è l’ultimo commento lasciato su Facebook dal consigliere Lo Russo, che in occasione del primo consiglio di settembre proporrà a tutti i colleghi di devolvere il loro gettone di presenza in favore delle vittime del terremoto. E dopo tante polemiche, almeno questa ci pare una bella cosa.