24 ottobre 2018
Aggiornato 00:00

Fermato per un controllo, nell’auto gli trovano un borsone per svaligiare le case

Un 57enne torinese denunciato dai carabinieri a Verzuolo, in provincia di Cuneo. Dentro al veicolo cacciavite, ferri, passamontagna e molto altro 
Il materiale rinvenuto nell'auto del 57enne torinese
Il materiale rinvenuto nell'auto del 57enne torinese (Carabinieri)

TORINO - Era «in trasferta» per svaligiare appartamenti il torinese fermato dai carabinieri la scorsa notte a Verzuolo, piccolo comune in provincia di Cuneo. L’uomo, 57 anni e già gravato da numerosi precedenti per reati contro il patrimonio, è stato denunciato per il possesso di arnesi atti allo scasso.

Trovato il «borsone dello scasso»
I militari lo hanno fermato alla periferia del paese durante un normale controllo stradale. Tuttavia, nell’utilitaria su cui viaggiava è stato rinvenuto un borsone contenente tutto l’armamentario per scassinare le serrature delle case: cacciaviti, torce elettriche, maschere, passamontagna, guanti, scalpelli e ferri di varia grandezza. Non solo, a bordo del veicolo c’erano anche diversi ortaggi e frutta probabilmente rubati in qualche orto o nei campi circostanti, di cui però al momento non risultano denunce.

La denuncia alla Procura
Al termine degli accertamenti il soggetto - di origine campana ma residente a Torino - è stato denunciato alla Procura della Repubblica di Cuneo. A ciò seguirà la segnalazione alla locale Questura per l’applicazione del foglio di via e il 57enne rischia ora l'inibizione del ritorno sul territorio provinciale per ben tre anni.