Aggrediscono e rapinano quattro donne in strada, presi a bordo di una 500 rubata

La polizia ha arrestato in via cardinal Maurizio una coppia di rapinatori. I reati commessi nelle giornate del 24 e del 26 agosto 
La polizia ha arrestato due rapinatori in via Cardinal Maurizio
La polizia ha arrestato due rapinatori in via Cardinal Maurizio ()

TORINO - Avevano messo a segno ben quattro rapine, tutte ai danni di donne, i due malviventi arrestati dalla polizia nella notte tra il 27 e il 28 agosto a Torino. Si tratta di un 55enne italiano e un 33enne marocchino entrambi con numerosi precedenti penali, anche specifici.

Le rapine 
Il loro modus operandi era il seguente: il marocchino si avvicinava alle vittime e le spintonava da dietro sottraendo loro le borse, per poi fuggire a bordo dell’auto - una Lancia Ypsilon amaranto rubata - condotta dal complice italiano. Le prime due rapine si sono consumate il 24 agosto in via Monti e in via Asinari di Bernezzo, mentre le altre due il 26 agosto in corso Marconi e in via Marco Polo. In questi ultimi due casi l’aggressore ha anche minacciato le donne con un coltello. 

Rapinatori traditi dal cambio auto
Fatale alla coppia di malfattori è stato il cambio autovettura. Intorno alla mezzanotte del 27 agosto, una compagnia assicurativa - grazie all’antifurto satellitare GPS installato sul veicolo - ha infatti segnalato una Fiat 500 rubata in movimento in corso Moncalieri e diretta verso corso Casale. Gli agenti si sono subito messi all’opera e hanno fermato la macchina in via Cardinal Maurizio. Qui il cittadino straniero ha anche tentato la fuga a piedi venendo però bloccato quasi subito. 

Ypsilon ritrovata a Moncalieri 
A bordo della 500 i poliziotti hanno recuperato uno zaino contenente una serie di arnesi atti allo scasso. Il 55enne italiano aveva invece con sé un mazzo di nove chiavi e in casa nascondeva diversi oggetti appartenenti alle vittime derubate, oltre alla carta d’identità di una delle donne e un documento di viaggio per l’espatrio risultato falso. Per quanto riguarda il marocchino, nelle sue tasche sono stati rinvenuti 150 euro in banconote appartenenti alle vittime. Anche la Ypsilon è stata ritrovata, parcheggiata in corso Roma a Moncalieri e con all’interno altri oggetti rubati alle quattro donne. 

I provvedimenti nei confronti dei soggetti 
L’italiano è stato arrestato per possesso di documenti d’identificazione falsi e denunciato per ricettazione, mentre lo straniero è stato sottoposto a fermo per ricettazione e rapina. Entrambi sono poi finiti sotto denuncia per possesso di arnesi da scasso.