In corso Maroncelli con la droga nell'auto, coppia di amici tradita dai messaggi WhatsApp

La polizia ha arrestato un 25ene e denunciato un 23enne, entrambi italiani, per detenzione e spaccio di droga. Perquisito un alloggio in via Ormea
Messaggi WhatsApp fatali a una coppia di spacciatori
Messaggi WhatsApp fatali a una coppia di spacciatori ()

TORINO - Erano «amici per la droga» i due giovani italiani - rispettivamente di 25 e 23 anni - fermati dalla polizia a un posto di controllo in corso Maroncelli angolo corso Unità d’Italia. Il 25enne è stato arrestato per detenzione e spaccio di droga, mentre il 23enne è finito sotto denuncia sempre per le stesse accuse. 

La coppia incastrata dai messaggi WhatsApp 
A insospettire gli agenti è stata l’agitazione dei due ragazzi non appena il loro veicolo - una Fiat Panda - era stato fermato. Dopo aver trovato un panetto di marijuana nel baule - coperto da un pannello copriruota - gli operatori hanno chiesto spiegazioni all’autista, il quale ha confessato di aver acquistato la droga dall’amico che sedeva a fianco. Fatto poi confermato dalle conversazioni WhatsApp visionate dalla polizia. 

Perquisito l’alloggio del fornitore
A quel punto è scattata la perquisizione nell’alloggio dell’amico «fornitore», ubicato in via Ormea. Al suo interno, le unità cinofile antidroga hanno rinvenuto ben quattro involucri termosaldati contenenti droga, due barattoli di vetro - uno con della marijuana già suddivisa in dosi e l’altro con della sostanza sfusa - un bilancino di precisione e 400 euro in contanti provento dell’attività di spaccio. Al termine degli accertamenti sono quindi scattati l’arresto per il 25enne e la denuncia per il 23enne.