23 ottobre 2018
Aggiornato 22:00

Litiga col figlio e cerca di accoltellarlo, tragedia sfiorata e padre in manette

I fatti a Torrazza Piemonte, 2mila abitanti vicino a Chivasso. L’uomo, 49 anni, ha anche minacciato il suicidio 
Il coltello sequestrato dai carabinieri al padre
Il coltello sequestrato dai carabinieri al padre (Carabinieri)

CHIVASSO - Prima ha aggredito il figlio cercando anche di ferirlo con un coltello, dopodiché si è barricato in bagno e ha minacciato di impiccarsi. Avrebbe potuto terminare con conseguenze tragiche la lite in famiglia scoppiata a Torrazza Piemonte - 2mila abitanti nei pressi di Chivasso - al termine della quale i carabinieri hanno arrestato B.A., 49 anni, con l’accusa di maltrattamenti in famiglia e resistenza a pubblico ufficiale.  

Le minacce di suicidio 
L’uomo, al culmine di una lite furibonda col figlio 22enne Daniele, ha cercato di colpirlo con un coltello da cucina, fortunatamente senza riuscirci in quanto il giovane si è precipitato fuori di casa telefonando ai carabinieri. Successivamente, il padre è quindi andato in bagno da dove ha minacciato di togliersi la vita. 

Carabiniere ferito a una mano
Giunti sul posto, i militari sono riusciti a bloccare il genitore che, nel tentativo di divincolarsi, ha ferito un carabiniere alla mano sinistra. Al termine degli accertamenti il 49enne è stato arrestato e condotto presso il carcere di Ivrea, mentre la famiglia ha rivelato ai carabinieri che la sua condotta vessatoria nei confronti dell’intero nucleo andava avanti da diverso tempo.