8 dicembre 2019
Aggiornato 11:30
Allarme bomba Caselle

«C'è una bomba sul volo diretto a Olbia»: tensione all'aeroporto di Caselle

L'allarme, poi rivelatosi finto, ha causato numerosi disagi ai passeggeri diretti in Sardegna e a quelli del successivo volo. Minaccia o della bravata di qualche passeggero arrivato in ritardo al gate? 

TORINO - Attimi di tensione ieri sera all'aeroporto di Caselle. Intorno alle 21,10 una telefonata al 113 ha annunciato la presenza di una bomba sul volo IG144 Meridiana, pronto a partire in direzione Olbia. L'allarme si è poi rivelato infondato. Passata l'allerta del personale dello scalo e delle forze dell'ordine, la domanda sorge spontanea: si è trattata di una minaccia o della bravata di qualche passeggero arrivato in ritardo al gate? 

I controlli supplementari e le indagini della polizia
Per scoprirlo la polizia ha avviato gli accertamenti del caso, per capire chi abbia telefonato al 113. Sta di fatto che oltre alla tensione, l'allarme bomba di ieri sera ha creato anche diversi disagi, soprattutto agli 85 passeggeri del volo. Quando è arrivata la telefonata sospetta, le forze dell'ordine e il personale dell'aeroporto hanno provveduto a scaricare dal veivolo tutti i bagagli, sottoponendoli a ulteriori e rigidi controlli. Dopo è toccato ai passeggeri sottoporsi alla stessa procedura. Le procedure per mettere il volo in sicurezza sono durate circa un'ora e l'esito dei controlli supplementari si è rivelato negativo. Anche l'ultimo volo della serata, in partenza per Roma Fiumicino, è stato posticipato. Dopo l'allarme, tutto è tornato alla normalità, ma le indagini sono in corso.