28 novembre 2018
Aggiornato 21:00
Tecnologia

Rivoluzione Amazon a Torino: niente più attesa del corriere, il pacco si ritira al supermercato

Il capoluogo piemontese è stato scelto insieme ad altre 42 città italiane per gli «Amazon Locker», delle macchine installate nei supermercati e negli uffici postali in cui ritirare comodamente i proprio acquisti

TORINO - Con l’arrivo di Amazon nel 1994 e la sua espansione mondiale, nel corso degli anni il commercio online è sempre più cambiato. Il colosso americano ormai è conosciuto da tutti e serve migliaia di torinesi ogni giorno, tanto che prossimamente nel capoluogo piemontese sarà aperto un centro di ricerca per l’intelligenza artificiale da Amazon e una nuova struttura per lo smistamento pacchi che porterà nel torinese 1.200 posti di lavoro. Ma le novità - queste ultime due erano già note - non sono finite qui. E’ notizie delle ultime ore il lancio degli «Amazon Locker», punti di ritiro self-service dove i clienti possono ricevere gli acquisti effettuati quando sono comodi senza dover aspettare con ansia il corriere senza uscire di casa.

Gli «Amazon Locker» a Torino e gli orari
Dicevamo che questa è l’ennesima novità che lega Amazon alla città di Torino. In città e provincia sono già state installate decine di «macchine» per poter ritirare i proprio acquisti. Queste al momento sono installate in particolare nei supermercati U2 e negli uffici postali sparsi in diverse zone e sono utilizzabili dalle 8 alle 20 sette giorni su sette. Per il ritiro si riceverà un codice univoco via mail al momento dell’acquisto. I Locker non sono presenti solo a Torino, ma Amazon li ha installati in 43 città italiane tra Piemonte, Lombardia, e Veneto. Il prodotto resta all’interno dei macchinari per tre giorni a disposizione del cliente.