23 gennaio 2021
Aggiornato 22:00
Dalla Sala Rossa

«L'incrocio tra corso Vercelli e via Boccherini è ancora pericoloso», l'assessora promette nuovi interventi

Le passate amministrazioni sono già intervenute, ma «guardando la planimetria» ancora non basta e si deve intervenire di nuovo. L'incrocio sotto i riflettori è quello tra corso Vercelli e via Boccherini, teatro di un brutto incidente qualche giorno fa

TORINO - L’incrocio tra corso Vercelli e via Boccherini da tempo è visto come uno degli incroci più pericolosi della città. Tanto che già la passata amministrazione aveva provato a metterci mano, studiando dapprima un’alternativa alla viabilità con la costruzione di una piattaforma rialzata che costringesse le vetture a rallentare, ma che poi nella realtà dei fatti ha visto l’installazione di banchine salvagente e un restringimento della carreggiata per limitare lo spazio di attraversamento pedonale e quindi una maggiore sicurezza. Ma pare che questo non sia bastato e così dopo l’ennesimo incidente avvenuto qualche giorno fa, in cui, a onor della cronaca, non sono state ferite persone ma un’automobile è finita fuori strada contro una banchina, il tema è riemerso.

«Attraversamento pedonale rischioso, si deve intervenire»
L’amministrazione comunale si occuperà dell’incrocio tra corso Vercelli e via Boccherini. Nonostante i recenti interventi l’assessore alla Viabilità Maria Lapietra ha detto che è necessario intervenire per renderlo ancora più sicuro. «Dagli ultimi lavori fatti non ci sono stati più incidenti con pedoni coinvolti», ha detto Lapietra, «vedendo la planimetria però non posso dire che sia sufficientemente sicura. C’è bisogno di intervenire di nuovo. Capisco le difficoltà economiche ma vanno fatti lavori e saranno studiate alternative a oggi».

Dossi? Non è possibile per i mezzi pubblici
In casi di incroci pericolosi si avanza quasi sempre l’ipotesi dei dossi. Non sempre però è possibile: non lo era stato in corso Peschiera in passato dopo un tragico incidente in cui perse la vita Alessandro Sgrò, un bambino di appena 7 anni, e non sarà possibile nemmeno in corso Vercelli. «Ci sono linee di trasporto pubblico», ha effettivamente ricordato l’assessore Lapietra, «valuteremo comunque il da farsi per rendere l’incrocio con via Boccherini più sicuro».