7 aprile 2020
Aggiornato 23:30
Dal salotto di Torino

Lavazza irrompe in piazza San Carlo, comprato lo storico locale dell'ex Caval 'D Brons

Da due mesi nell’angolo di piazza San Carlo che per quasi 70 anni è stata la casa del bar pasticceria Caval 'D Brons regna l’abbandono, una situazione che pare durerà poco grazie all’azienda italiana

TORINO - Si era vociferato che una grossa casa di moda avesse messo le mani sui locali del Caval 'D Brons, lo storico bar ristorante di piazza San Carlo che nell’agosto scorso ha chiuso i battenti dopo oltre 68 anni di attività. E invece, come ci aveva anticipato Vito Strazzella in questa intervista, è stata una grossa azienda italiana e non appartenente al mondo del glamour ad acquistare le mura che oggi sono già un ricordo del Caval 'D Brons. Dopo una lunga trattativa sarebbe stata la Lavazza ad aggiudicarsi l’ambito locale per una cifra di circa 12 milioni di euro. Mancano le conferme, ecco il perché del condizionale, ma la prudenza nelle dichiarazioni ufficiali c’è solamente perché il progetto è in via di definizione. Ma ormai i giochi sono fatti.

Il nuovo locale di Lavazza in piazza San Carlo
Il locale sotto i portici nel salotto di Torino è molto ambito e quando il Caval 'D Brons non ha accettato di pagare il doppio dell’affitto - da 12mila euro al mese la proprietà ne aveva chiesti 30mila - in tanti hanno chiesto informazioni. La peculiarità è data dalla metratura dei locali, quelli che oggi la Lavazza sta pensando a come gestire. Molto probabilmente nelle sale inferiori sarà dato spazio al caffè, sia al suo assaggio, sia all’acquisto di macchinette e di cialde. Non mancheranno tavolini in cui sedersi per gustare i vari aromi. Il piano superiore, più ampio del primo, potrebbe vedere mantenuto quello che c’era in precedenza, ossia un ristorante.

L’apertura intorno alla primavera
Con il progetto ancora in «fase non ufficiale» è difficile fare previsioni di un’apertura. Ma quasi certamente i lavori saranno rapidi e prima dell’estate, magari a metà primavera, Lavazza potrebbe inaugurare il suo secondo locale di Torino, dopo quello storico di via San Tommaso 10, la drogheria dove è iniziata la storia dell’azienda nel lontano 1895 con Luigi Lavazza che sperimentava e creava le prime miscele.