7 aprile 2020
Aggiornato 22:00
Carceri

Evasione al Ferrante Aporti, tre detenuti scavalcano il muro e fuggono dal carcere

I ragazzi, un tunisino, un polacco e un nomade, sono scappati scavalcando il muro del campo sportivo. Il sindacato di polizia penitenziaria: «Negli istituti situazione insostenibile»

TORINO - Evasione nel tardo pomeriggio di oggi al carcere minorile Ferrante Aporti. Erano le 17.45 quando tre ragazzi, rispettivamente un tunisino, un polacco e un nomade, sono scappati dalla struttura dopo aver scavalcato il muro di cinta del campo sportivo in cui si trovavano. Subito dopo hanno fatto perdere le loro tracce dileguandosi tra le vie del quartiere.

L’OSAPP: «Situazione tra le peggiori di sempre»
L’evento ha portato nuovamente alla luce la difficile situazione in atto all'interno degli istituti detentivi minorili, come ha osservato il segretario generale dell’OSAPP Leo Beneduci: «Una situazione tra le peggiori che ci siano mai state - così Beneduci - malgrado il basso numero di detenuti (non oltre 500) presenti sul territorio nazionale. Accade persino che a fronte di aggressioni, violenze e danneggiamenti, l'amministrazione dia la colpa al personale di polizia penitenziaria».