15 novembre 2019
Aggiornato 23:30
EXOMARS

Torino «sbarca» sul pianeta Marte: parte la missione aerospaziale targata Alenia

Per celebrare la missione «torinese», sulla Mole Antonelliana, Palazzo Reale e Palazzo Campana verranno proiettate immagini del Pianeta Rosso. Torino si conferma eccellenza nel panorama aerospaziale

TORINO - Sulla Mole Antonelliana, Palazzo Reale e Palazzo Campana verranno proiettate suggestive immagini di Marte. Il motivo? Celebrare il ruolo della città di Torino nella missione che domenica, dopo sette lunghi mesi di viaggio, permetterà di toccare il suolo sul «Pianeta Rosso». Domenica prossima, alle 4:42, la sonda TGO sgancerà il modulo di discesa EDM, che dopo tre giorni di discesa arriverà finalmente su Marte.

Duecento tecnici e ingegneri "torinesi" al lavoro
Al progetto hanno lavorato duecento ingegneri e tecnici della Thales Alenia. Per loro il 19 ottobre è una data cruciale: in soli sette minuti da cardiopalma è racchiuso un lavoro lungo dieci anni tra ipotesi, modelli di simulazione di viaggio e pianificazioni. Ecco perché da domani, sino al 21 ottobre, Torino celebrerà la «missione su Marte». Il progetto, sostenuto dall’Agenzia Spaziale Europea e Italiana, rappresenta una grande sfida in campo scientifico. Ancora una volta il Piemonte si conferma territorio fertile e importantissimo nel panorama aerospaziale: con Torino infatti l’Italia manifesta tutta la propria avanguardia nell’esplorazione del Pianeta Rosso.

Cosa farà la missione Exomars?
In sostanza la missione si occuperà di studiare l’ambiente su Marte, le caratteristiche geofisiche, chimiche e, soprattutto, conoscere eventualmente la vita passata e presente sul pianeta. L’obiettivo? Acquisire le conoscenze necessarie per ridurre i rischi delle future missioni. Paola Pisano, assessora all’Innovazione, ha espresso tutta la sua gioia per il carattere torinese della missione: «Oggi inauguriamo una missione importante: l’uomo che grazie all’Innovazione e alla Scienza ottiene risultati straordinari come l’esplorazione di altri pianeti. E’ motivo di grande orgoglio per la Città poter essere in prima linea grazie ad eccellenze come Alenia, che questa settimana porteranno Torino su Marte».