8 dicembre 2019
Aggiornato 10:30
Carabinieri

Arrestato lo spacciatore che riforniva Collegno, pagamenti tramite Postepay per evitare i controlli

Non gli è servito farsi pagare tramite pagamenti online, i carabinieri sono ugualmente risaliti a lui. In manette un uomo di 39 anni che deteneva il monopolio dello spaccio nel quartiere Basse Dora di Collegno

TORINO - Bel colpo messo a segno dai carabinieri della Stazione di Rivoli. I militari dell’Arma hanno tratto in arresto il pusher che deteneva il monopolio dello spaccio di droga nel quartiere Basse Dora di Collegno. Si tratta di un italiano di 39 anni trovato con un centinaia di grammi di sostanza stupefacente durante la perquisizione domiciliare, nonché di svariato materiale per il taglio e il confezionamento.

La droga nascosta in un armadio
Durante la perquisizione i carabinieri, in collaborazione con i colleghi dell’Unità Cinofila di Volpiano, hanno trovato in un armadio sequestrato 120 grammi di hashish, 1 piantina di marijuana e 1 grammo circa di cocaina, nonché svariato materiale per il taglio e il confezionamento dello stupefacente.

Pagamento della droga con postepay
Al fine di evitare i controlli dei carabinieri, lo spacciatore trentanovenne preferiva che i suoi clienti gli pagassero la droga tramite postepay. Questo non gli è però servito perché i militari sono riusciti a risalire ugualmente a lui. E’ stato anche scoperto che ai consumatori morosi sequestrava i documenti in attesa del pagamento del debito. L’arresto è stato convalidato e l’uomo è stato sottoposto all’obbligo di firma.