19 giugno 2019
Aggiornato 10:00
Indagine della Procura di Torino

Sesso in cambio del massimo dei voti, arrestato professore della Facoltà di Giurisprudenza

Per il momento l’accusa di concussione è nei confronti di una solo studentessa che si era rivolta al professore per la tesi di laurea, ma potrebbe non essere l’unica vittima del docente

TORINO - Un professore associato della Facoltà di Giurisprudenza dell’Università di Torino, residente a Bologna, è stato arrestato e messo ai domiciliari con l’accusa di concussione. Il docente avrebbe chiesto prestazioni sessuali a una studentessa, che si era rivolta a lui per la tesi di laurea, in cambio del massimo dei voti. Il professore inoltre, da quanto è emerso fino a ora, avrebbe preteso anche che la giovane gli inviasse fotografie intime.

Potrebbero esserci più vittime del docente
L’arresto è stato effettuato dai carabinieri della sezione di polizia giudiziaria su indicazione del pm Gianfranco Colace, colui che coordina l’inchiesta. Oltre agli incontri osé e alle fotografie, il professore avrebbe minacciato la studentessa che, se non lo avesse assecondato, avrebbe rivelato particolari della sua vita privata. La Procura di Torino teme che possano esserci altre vittime del docente quarantasettenne e per questo, nei prossimi giorni, alcune ragazze saranno ascoltate dal pubblico ministero.