17 novembre 2017
Aggiornato 22:00
Incidenti stradali

Consiglio comunale sulla sicurezza stradale, presente anche l’ex Ferrari Jean Todt

Nell’aprile del 2015, in occasione del conferimento a Jean Todt dell’incarico di inviato speciale, le Nazioni Unite quantificarono la media annua delle vittime di incidenti stradali, a livello mondiale, in 1.300.000 morti e circa 50.000.000 di feriti

Consiglio comunale sulla sicurezza stradale con Jean Todt (© )

TORINO - Il prossimo mercoledì, il 23 novembre alle ore 9, è stato convocato un Consiglio comunale aperto sul tema della sicurezza stradale e delle vittime della strada. All’iniziativa è stato invitato anche l’ex amministratore delegato della Ferrari Jean Todt, oggi presidente della Federazione Internazionale dell’Automobile (FIA) e dall’anno scorso inviato speciale delle Nazioni Unite per la sicurezza stradale. Insieme a lui in Sala Rossa saranno presenti anche i presidenti dell’ACI e della Fondazione Luigi Guccione onlus.

Ogni anno nel mondo più di un miliardo di morti
Il tema è di quelli più attuali. Nell’ultimo periodo troppo spesso anche la cronaca nera torinese si è dovuta occupare di tragedie avvenute sulle strade cittadine. Nell’aprile del 2015 inoltre, in occasione del conferimento a Jean Todt dell’incarico di inviato speciale, le Nazioni Unite quantificarono la media annua delle vittime di incidenti stradali, a livello mondiale, in 1.300.000 morti e circa 50.000.000 di feriti. Per i giovani tra i 15 e i 29 anni si tratta, in termini statistici, della prima tra le cause di decesso. Sul complesso della popolazione, si tratta dell’ottava causa di morte a livello mondiale. Dei decessi verificatisi in occasione di sinistri stradali, circa la metà riguardano pedoni, ciclisti e motociclisti.