9 dicembre 2019
Aggiornato 09:00
Porta Susa

Un ponte a raso per collegare corso Matteotti a via Cavalli: sarÓ pronto tra cinque mesi

I lavori costeranno 1 milione e 600 mila euro: al termine del cantiere, il ponte a raso consentirÓ di migliorare la situazione del traffico in quella zona. Sul ponte anche un attraversamento pedonale

TORINO - Continua la «rivoluzione» intorno alla stazione di Porta Susa. Sebbene la situazione sia notevolmente cambiata in questi anni, nei prossimi mesi verrà realizzata un’ulteriore infrastruttura con il preciso obiettivo di migliorare la viabilità in una zona decisamente trafficata della città: un ponte a raso in grado di collegare corso Matteotti a via Cavalli.

Collegare corso Matteotti a via Cavalli per migliorare il traffico
L’intento è quindi quello di collegare due zone della città, attualmente «separate» dalla stazione ferroviaria. I lavori, diretti dalla ditta Beta Persei e Bresciani (la stessa che ha realizzato il viale di corso Inghilterra), sono già partiti con i cantieri preliminari e dovrebbero essere completati entro maggio. A partire da quella data le auto potranno quindi spostarsi più agevolmente da via Cavalli a corso Matteotti e viceversa, migliorando così la situazione traffico nella zona di corso Vittorio Emanuele II. Il costo dell’opera è di 1 milione e 600 mila euro. Non sarà quindi un vero e proprio ponte, ma un ponte a raso in quanto naturale prolungamento di via Cavalli verso corso Matteotti con un dislivello di sette metri circa rispetto all’ingresso della stazione.

Il ponte a raso, caratteristiche e obiettivi
Secondo il progetto, la carreggiata sarà larga da 14,5 a 25 metri con due corsie per ogni senso di marcia. Più stretto il pezzo vicino a via Cavalli, più largo quello in prossimità di corso Matteotti. Oltre che per le auto, il ponte a raso sarà disponibile per i pedoni, con un attraversamento ad hoc. Le notizie non sono finite qui: nella zona sottostante verrà realizzato uno scivolo, una sorta di ingresso alla stazione nel lato dove sorgerà il grattacielo di FS come già avvenuto in piazza XVIII Dicembre. Dopo la realizzazione del parcheggio sotterraneo con conseguente spostamento delle postazioni taxi e l’inaugurazione del nuovo Viale della Spina, la zona della stazione si appresta a vivere l’ennesimo cambiamento migliorativo. Per il bene di automobilisti, pedoni e di tutti i cittadini.