23 giugno 2017
Aggiornato 02:00
Cronaca

«Carabinieri, in quel palazzo c’è un forte odore di marijuana»: in manette coppia di spacciatori

La segnalazione è arrivata ai militari dagli stessi condomini, esasperati da quel forte odore d’erba proveniente da un appartamento del palazzo

I carabinieri sono intervenuti nell'appartamento, su segnalazione dei condomini (© )

TORINO - Erano convinti di non aver lasciato tracce, ma non avevano fatto i conti con la «scia» lasciata dalla droga da loro custodita e coltivata. Una coppia di «spacciatori casalinghi» è stata arrestata dai carabinieri della Stazione di Leinì per coltivazione e spaccio di sostanze stupefacenti.

Il blitz nell'appartamento della droga
I loro affari, gestiti dalla propria abitazione, andavano a gonfie vele ma l’attività illecita della coppia (lei 43 anni e lui 40 anni) è stata smascherata dagli stessi condomini, esasperati dal forte odore presente nelle parti comuni del palazzo in cui tutti vivevano. I carabinieri sono quindi entrati nell’abitazione dei due, dove hanno trovato 528 grammi di marijuana, 21 grammi di hashish, 134 grammi di semi di canapa e il materiale necessario per la coltivazione della cannabis: termometro, concime, fertilizzante. La coppia di spacciatori è stata arrestata e collocata ai domiciliari.