27 maggio 2020
Aggiornato 02:30
Da San Salvario

Aldo’s Bakery: l’esperienza di quattro generazioni di panettieri e pizzaioli in San Salvario

Colazione, pranzo, cena e dopo cena: da Aldo’s Bakery si può mangiare sempre. La specialità della casa è la pizza, ma non mancano ricette uniche e rinnovate costantemente nel rispetto delle intolleranze alimentari e dei gusti

TORINO - Da novembre dell’anno scorso, quando sul calendario capeggiava il 2015, nel cuore della movida di San Salvario è sbarcata una delle panetterie più «vecchie» e «moderne» di Torino, Aldo’s Bakery. Quattro generazioni di panettieri, ricette uniche e rinnovate costantemente nel rispetto delle intolleranze alimentari e dei gusti che, nel corso degli anni, sono cambiati di padre in figlio in una città che è passata dall’essere patria dell’automobile e più dell’industria, a meta turistica che deve necessariamente soddisfare le papille gustative di torinesi e turisti sempre più esigenti. E questo la famiglia Tarricone lo ha sempre fatto e lo continua a fare magistralmente nonostante i quasi cent’anni di attività.

Una storia iniziata nel 1920
Il nome inglese sembra figlio dei programmi televisivi moderni, ma la storia inizia nel 1920 quando il papà di Aldo Tarricone, un maestro nell’arte della panificazione, decise di aprire la sua panetteria diventando nel tempo un vero e proprio punto di riferimento con le sue ricette. Quando si parla di cibo, d’altronde, è cosa nota che le materie prime sono una delle cose che fanno la differenza e Aldo Tarricone questo lo sapeva bene e lo ha insegnato ai suoi figli, tanto che oggi il locale va avanti con la quarta generazione di panettieri e con lavorazioni fatte con farine non raffinate, farine integrali, con lievitazioni naturali e antiche ricette, ogni tipo di cereale, prodotti italiani come i pelati usati per la salsa e vini di qualità del Piemonte. Ma non solo: la pizza e il pane sono impastati senza strutto o altri grassi di origine animale o idrogenati e, per non dire di «no» proprio a nessuno, c’è una vasta gamma di prodotti per vegani dalla colazione, al pranzo, alla cena, compresi i dolci. Insomma, il successo quasi centenario della famiglia Tarricone non è questione solo di fortuna.

Quando si dice «prendere per la gola»
Oggi, come dicevamo, Aldo’s Bakery guarda largo Saluzzo dall’angolo tra l’omonima via e via Baretti. Una location perfetta per chi vuole mangiare sia a pranzo, sia a cena che nel post serata a San Salvario. La specialità della casa è la pizza, sfornata anche durante tutto l’orario di pausa pranzo, ma non mancano panini, torte salate e affettati con cui, oltretutto, si possono fare aperitivi spendendo 5 euro e bevendo un fresco drink: «Da noi si fa l’aperitivo come una volta, con un classico drink come Spritz, Americano o Milano-Torino, e con un gran tagliere dei nostri prodotti». E per chi ama la pizza oltre ogni cosa c’è il «giropizza» a 10 euro (bere compreso) che ha la caratteristica pizza alla pala sfornata al momento, con pizze che superano il metro di lunghezza. Assolutamente da provare!