5 agosto 2020
Aggiornato 07:00
Cronaca

«Dammi la mano, ti leggo il futuro»: nomade con 6 bambini deruba una passeggera

La donna, una quarantunenne domiciliata al campo nomadi di strada dell’Aeroporto, ha sottratto 100 euro a una passeggera in attesa del treno utilizzando i figli come diversivo

TORINO - Quando si aspetta un treno in stazione, una delle ultime cose da fare è farsi leggere la mano da una persona che promette di svelarti il futuro. E’ così infatti che una signora torinese di 53 anni è stata derubata da una nomade di 41, accompagnata dai suoi sei figli. E’ successo alla stazione di Chieri.

La lettura della mano e il furto
La vittima è stata adescata dalla nomade che, accompagnata dai propri figli minori, ben sei d’età compresa tra 1 e 12 anni, ha circondato la signora e tra una chiacchiera e l’altra le ha portato via due banconote da 50 euro con la scusa di leggerle la mano e predirle il futuro. La malcapitata si è accorta dell’ammanco solo quando si trovava già a bordo del treno e ha contattato immediatamente i carabinieri di Trofarello, che hanno informato gli agenti della Polfer di Torino Porta Susa. Immediatamente sono scattate le ricerche della nomade e dei figli, che sono stati rintracciati a bordo del treno in arrivo da Chieri e accompagnati negli uffici della Polizia Ferroviaria.

Il fermo grazie alla segnalazione
La donna è stata successivamente riconosciuta dalla vittima quale autrice del furto subito: si tratta di una nomade domiciliata al campo nomadi di strada dell’Aeroporto di Torino. E’ stata denunciata in stato di libertà per furto aggravato in concorso, mentre i figli (tutti minori) sono stati affidati alla custodia del nonno e segnalati al Tribunale dei Minori. La tecnica usata dalla nomade è stata utilizzata anche la scusa settimana, quando una viaggiatrice è stata vittima di un furto eseguito con lo stesso modus operandi.  Decisivo per l’arresto della donna l’aver segnalato immediatamente il reato alle forze dell’ordine.