24 luglio 2021
Aggiornato 13:00
English Teaching Program

Torino aderisce all'English Teaching Program, lezioni di inglese per i ragazzi delle scuole

Alle famiglie degli studenti che aderiranno all'iniziativa sarà chiesto un contributo di 5 euro «una tantum». L'obiettivo? Potenziare la conoscenza della lingua inglese

TORINO - Favorire negli allievi delle scuole secondarie inferiore l'acquisizione di competenze della lingua inglese: è questo l'obiettivo dell'English Teaching Program, un progetto pilota promosso dal World Education Program e dalla Città di Torino. Con soli 5 euro di donazione «una tantum» gli studenti che sceglieranno di partecipare all'iniziativa potranno potenziare il loro apprendimento della lingua inglese grazie alle lezioni impartite da sei insegnati (teachers) madrelingua.

Le scuole che partecipano all'iniziativa
Gli insegnanti, cinque di nazionalità statunitense e uno di nazionalità inglese, dopo aver maturato esperienze di insegnamento nel loro paese, seguiranno i ragazzi con attività extracurriculari in orario pomeridiano. La Città di Torino, dopo un'attenta selezione, ha identificato le scuole che parteciperanno all'iniziativa. Si tratta delle scuole medie Meucci - Via Revel», «C. Alvaro - A. Modigliani» e gli istituti comprensivi  «Alberti»,   e  «Ricasoli». Nel corso del loro soggiorno i sei teachers saranno ospitati dalle famiglie di alcuni dei ragazzi partecipanti e frequenteranno lezioni di 90 ore d'italiano.

L'assessore Patti: "Grande opportunità"
Soddisfatta del progetto l'assessore all'Istruzione Federica Patti: «L'English Teaching Program è una grande opportunità per gli studenti che hanno la possibilità di imparare la lingua inglese e la cultura anglosassone da insegnanti di madrelingua poco più grandi di loro I teachers, infatti, sono ospitati dai genitori dei ragazzi anche loro coinvolti nel progetto. Ci auspichiamo che la collaborazione con Wep consenta, per il futuro, di estendere l'iniziativa ad altre scuole della città».