19 dicembre 2018
Aggiornato 03:00

Porte Palatine, si valuta la realizzazione di un’area cani all’interno della zona archeologica

Il parere decisivo spetta alla Sovrintendenza per i Beni architettonici del Piemonte. A richiedere fortemente l'area sono i residenti, visto che in centro non ne esistono. E c'è un'alternativa
Area cani alle Porte Palatine, si valuta la fattibilità del progetto
Area cani alle Porte Palatine, si valuta la fattibilità del progetto ()

TORINO - Un’area cani all’ombra delle Porte Palatine, proprio a fianco di uno dei monumenti più simbolici di Torino: quella che per il momento pare solamente un’idea, in realtà è una proposta avanzata da diverso tempo e per la quale potrebbero presto arrivare novità importanti. D’altra parte, i residenti della zona che hanno un amico a quattro zampe la richiedono da diversi anni. In centro infatti, non vi sono spazi appositi o aree per portare i cani a passeggio. E’ per questo motivo che questa mattina la Commissione Ambiente ha effettuato un sopralluogo sul posto con il chiaro obiettivo di valutarne la fattibilità.

Il piano A e il piano B, in attesa della Sovrintendenza
L’idea principale è quella di adattare ad area cani una porzione sola di verde, per la precisione quella all’interno dell’area archeologica a nord delle Porte Palatine. Parliamo quindi della zona sopra il bastione. L’ok definitivo sarà comunque subordinato al parere vincolante della Sovrintendenza per i Beni architettonici e paesaggistici del Piemonte. Se non dovesse arriva il «via libera», una delle alternative possibili potrebbe essere davvero poco distante: la Commissione ha infatti indicato l’area verde vicina a corso Regina Margherita, alla base del bastione per intenderci. Ovviamente, come ogni progetto di questo tipo, sarà necessario considerare i requisiti di spazio, i costi e gli eventuali pareri della Sovrintendenza. Qualcosa, comunque, si muove: dopo anni di richieste, i padroni dei cani che abitano in centro potrebbero presto essere accontentati.