17 dicembre 2018
Aggiornato 13:00

San Valentino, al Maria Vittoria si parla del cuore

Informazione e prevenzione all'ospedale Maria Vittoria di Torino in occasione della festa degli innamorati. Tra interventi degli specialisti e servizi ambulatoriali disponibili, un modo originale di celebrare San Valentino
Informazione e prevenzione all'ospedale Maria Vittoria di Torino in occasione della festa degli innamorati
Informazione e prevenzione all'ospedale Maria Vittoria di Torino in occasione della festa degli innamorati ()

TORINO - Il Maria Vittoria si prende cura di voi per San Valentino. Martedì 14 febbraio, dalle ore 15 alle 18, ingresso libero senza prenotazione nella sala ricreazione del Reparto di Cardiologia, al 1° piano della palazzina D, dove alcuni specialisti terranno interventi informativi su temi riguardanti patologie cardiache.

Cardiologie aperte 2017
Il primo relatore, la dottoressa Brunella Demichelis, discuterà l'importanza dell'attività fisica quotidiana nel suo intervento dal titolo evocativo "Muoviamoci di più». L'alimentazione sarà invece al centro del dibattito con la dottoressa Silvia Ferro, durante il momento titolato "Mangiare sano». Si parlerà di fumo passivo e attivo con la dottoressa Daniela Demarie e di cosa aspettarsi "Dopo un infarto" con Alessandra Chinaglia. Al termine di ogni intervento sarà previsto un momento in cui verrà data la parola al pubblico che potrà rivolgere domande agli esperti. Le relazioni si susseguiranno in due cicli, il primo con inizio alle ore 15,00 e il secondo alle ore 16,30.
 
Ambulatori aperti
Non solo conferenze durante "Cardiologie aperte». Contemporaneamente agli interventi degli specialisti infatti sarà possibile recarsi, senza impegnativa, in un ambulatorio attiguo, dove gli infermieri saranno pronti ad accogliere chi vorrà effettuare alcuni semplici esami di controllo. Sarà possibile rilevare la pressione sanguigna, la glicemia con uno stick, il peso, la circonferenza addominale e provvederanno al calcolo del  BMI, con una stima dell'altezza.  Verranno inoltre rilevati eventuali altri fattori di rischio e compilata una scheda personale, con la quale  i pazienti potranno accedere al colloquio con un Medico Specialista, che illustrerà la carta del rischio cardiovascolare, personalizzandolo per ciascuno. Contestualmente sarà distribuito materiale illustrativo redatto dall’ANMCO - Associazione Nazionale Medici Cardiologi Ospedalieri.