17 dicembre 2018
Aggiornato 12:30

Prostituzione nelle strade provinciali del canavese, identificate «lucciole» irregolari in Italia

Continua senza sosta il contrasto dei carabinieri all’immigrazione irregolare e alla prostituzione
L'intervento dei carabinieri
L'intervento dei carabinieri ()

IVREA - Nei giorni scorsi i carabinieri della Compagnia di Ivrea hanno rafforzato i controlli finalizzati al contrasto dell’immigrazione irregolare e della prostituzione su alcune strade provinciali che interessano i comuni di San Giorgio Canavese, Montalenghe, Cuceglio, San Giusto Canavese e Lusigliè. 

Dieci donne identificate, due accompagnate in Questura
Nel corso dei controlli, gli ultimi svolti lunedì e martedì, sono state fermate per l’identificazione 10 donne nigeriane. Due di esse, risultate irregolari sul territorio nazionale, sono state accompagnate presso la Questura di Torino per i successivi adempimenti finalizzati all’espulsione dal territorio nazionale. Nei confronti di quattro di esse, tra cui una minorenne, è scattata una denuncia in stato di libertà per false dichiarazioni sull’identità personale: ai militari avevano fornito false generalità. Soltanto lo scorso mese di dicembre erano state bloccate ed identificate altre 16 donne nigeriane, otto delle quali risultarono irregolari. I controlli proseguiranno nelle prossime settimane.