12 dicembre 2018
Aggiornato 19:00

La rivincita dei palati raffinati, approda a Torino lo chef stellato Fabrizio Tesse 

E' l'anno del gusto a Torino: lo chef Fabrizio Tesse porta la sua esperienza al ristorante Carignano, rivoluzionando menù e location promette grandi cose. Si aspetta in primavera l'apertura del Bistrot in via Cavour

TORINO - Appena cinque tavoli per creare un'atmosfera intima e garantire la maggiore attenzione possibile al cliente. Queste le basi del successo di un ristorante di altissima qualità oltre a, ovviamente, il cibo paradisiaco. Riparte da qui Fabrizio Tesse, chef stellato di origini milanesi, che a Torino ha preso in mano il ristorante Carignano. Non più solo ristorante dell'esclusivo Grand Hotel Sitea, il locale di Tesse promette di essere il ristorante di tutti. Con l'ingresso direttamente da via Carlo Alberto 35, la cucina dello chef stellato si propone come anello di congiunzione tra la più consolidata tradizione di piatti piemontesi e le nuove tendenze della cucina moderna. Capasante e bagna cauda? Polenta e groviera? Non si stupisca, gli abbinamenti arditi saranno all'ordine del giorno al Carignano, senza mai dimenticare i sapori della tradizione, elementi di partenza imprescindibili.

Less is more
"Meno è meglio", questo il motto dello chef del Carignano: rinnovata la sala, la carta e il servizio, tutto all'insegna dell'eleganza e del buon gusto. "I codici del gusto sono il nostro alfabeto", spiega Tesse, "ciò che sappiamo riconoscere istintivamente in un piatto perché proviene da una sapienza antica, da cui bisogna sempre partire per innovare e aprirsi al mondo senza dimenticare tradizioni preziose e sempre attuali: sapori e profumi ai quali vogliamo bene».

Il Bistrot
Quando l'alta qualità enogastronomica incontra l'informalità nasce poi il Bistrot di via Cavour, angolo via Carlo Alberto. Il locale, di servizio anche a pranzo, aprirà i battenti la prossima primavera. Il Bistrot mira a un pubblico diverso rispetto al ristorante Carignano, aperto solo per la cena. Vuole essere un luogo adatto a tutti coloro che amano la buona cucina e apprezzanno il calore e la convivialità di un ambiente familiare. Il tutto arricchito da una splendida cornice ottocentesca che racconta i fasti storici della città sabauda.