12 dicembre 2018
Aggiornato 19:00

Smarrito e in stato confusionale a Porta Susa, 35enne romano aiutato dalla Polfer

Vagava per la stazione quando gli agenti si sono accorti di lui e lo hanno fermato. Dopo aver informato la madre dell’uomo, il trentacinquenne è stato trasportato al Maria Vittoria
Smarrito e confuso a Porta Susa
Smarrito e confuso a Porta Susa ()

TORINO - Era smarrito e in evidente stato confusionale all’interno della stazione Porta Susa. Quando la polizia ferroviaria lo ha fermato per chiedere se avesse bisogno di aiuto, lui, un trentacinquenne romano, non ha saputo dare risposta e così ci hanno pensato gli agenti stessi a identificarlo e a rintracciare la madre dell’uomo. Per valutare le condizioni fisiche e aiutarlo al meglio, la Polfer lo ha infine affidato al personale medico del 118 che lo ha assistito e trasportato al pronto soccorso dell’ospedale Maria Vittoria.

Controlli anche a Porta Nuova
La polizia ferroviaria ha effettuato controlli straordinari anche nell’altra stazione torinese, quella di Porta Nuova. In totale sono state identificate 448 persone, di cui 156 stranieri e 12 minorenni. Non solo: controllati anche 174 convogli in arrivo e in partenza.