19 dicembre 2018
Aggiornato 02:30

Furto in chiesa, tentano di entrare in casa di una fedele dopo averle rubato le chiavi

Durante la funzione in chiesa le hanno portato via le chiavi di casa e in seguito hanno tentato di introdursi nella sua abitazione. Il marito della signora derubata avvisa il 113 dall'interno dell'alloggio

TORINO - Si trovavano in chiesa le due donne di origine rom che hanno rubato le chiavi di casa di una fedele e, di seguito, hanno cercato di introdursi nell'abitazione della signora. Il marito, dall'interno dall'appartamento, ha avvertito gli agenti che hanno potuto trarre in arresto le due donne per tentato furto aggravato in abitazione in concorso. Queste avevano a carico numerosi precedenti penali per reati contro il patrimonio.

Sventato furto
Dopo averle sottratto le chiavi le due malviventi, di 25 e 20 anni, si sono dirette verso la casa della signora, poco distante dalla chiesa. All’interno dell’appartamento era però presente il marito che, insospettito da una lunga chiamata al citofono, attendeva in silenzio. Le due donne dunque sono salite al piano e hanno tentato di aprire la porta dell’alloggio con le chiavi sottratte. La porta però era stata chiusa dall'uomo grazie al chiavistello di sicurezza. Avvisati di quanto stava accadendo, gli agenti della Squadra Volanti sono giunti sul luogo e hanno tratto in arresto le due donne, che vanamente tentavano di fuggire. Una delle due risultava agli arresti domiciliari e l’altra al regime di sorveglianza speciale con obbligo di dimora nel Comune di Collegno.