7 aprile 2020
Aggiornato 23:30
Cronaca

Un incontro insolito, 20 serpenti trovati in un tombino a Carignano 

Stavano svolgendo dei lavori di manutenzione ordinari gli operai della Telecom quando, aprendo un tombino, si sono trovati di fronte a 20 biacchi. Cosa fare quando si incontra uno di questi serpenti?

TORINO - Cosa sono gli Hierophis viridiflavus? Forse li conoscete meglio sotto il nome di biacchi. Si tratta di serpenti innocui e piuttosto diffusi che spesso d'inverno si rifugiano nelle cavità di case e garage delle campagne torinesi per rifugiarsi dal freddo esterno. Un gruppo di operai della Telecom, aprendo un tombino per effettuare dei lavori di manutenzione in via Silvio Pellico a Carignano, ha avuto modo di fare la conoscenza ravvicinata di oltre venti di questi animali. La piccola colonia che abitava il tombino della linea telefonica è stata dunque rimossa e portata in un ambiente protetto fino alla fine dei lavori. Il servizio di tutela fauna e flora della Città metropolitana si occuperà di loro presso il Canc di Grugliasco, dove gli animali saranno tenuti in letargo fino alla bella stagione, quando sarà possibile reinserirli nel tombino, dove potranno continuare con la loro attività prediletta, la caccia ai topi. I biacchi sono infatti considerati specie protetta proprio per la loro funzione di deratizzatori naturali.

Cosa fare se si incontra un biacco?
Innanzitutto, se si è in presenza di un biacco (di un qualsiasi serpente, in verità), è consigliabile non perdere la calma e restare tranquilli. In secondo luogo, se l'animale si trovasse in un'abitazione o in prossimità di essa è necessario chiamare il servizio di tutela di fauna e flora, proprio come è stato fatto dagli operai a Carignano. E' possibile inoltre rivolgersi agli agenti che si occupano del progetto «Salviamoli Insieme» chiamando i numeri: 011-8616987 e 349-4163347, dal lunedì al giovedì, dalle 9 alle 14,30; il venerdì dalle 9 alle 13.  Oppure, contattare il centro animali non convenzionali della facoltà di Veterinaria: 011-6709053 oppure il 366-6867428.