18 novembre 2019
Aggiornato 07:00
Cronaca

Si torna a ballare a Sestriere: il Tabata paga una multa e la musica riparte​​​​​​​

Ritirato il sequestro della discoteca della valle. Il proprietario del locale riferisce di voler ampliare la capienza del locale per poter accogliere più clienti in sicurezza


TORINO - Il portone di legno del Tabata di Sestriere è rimasto sprangato per ben 10 giorni, in seguito al blitz delle forze dell'ordine nella notte del 26 febbraio. Ieri mattina l'avvocato Bosco è riuscito a ottenere il dissequestro dello stabile: Franco Becchio, il proprietrio del locale, dovrà tuttavia pagare una multa per l'effrazione commessa e comunica l'intenzione di ampliare la capienza del locale per poter accogliere più clienti in sicurezza.

Il pienone del 26 febbraio
Quella di sabato 26 febbraio sarebbe stata una delle serate più affollate della stagione per lo storico locale di Sestriere e i controlli della polizia lo hanno confermato. Il sopralluogo, effettuato su richiesta del pm Pacileo, aveva fatto emergere circa 140 persone oltre la capienza massima del locale, stimata per 500 posti. La discoteca, già sanzionata all'inizio dell'anno per aver sforato il numero di persone massimo che lo stabile era in grado di accogliere, era stata dunque posta sotto sequestro dagli agenti di polizia. In seguito alla sentenza di dissequestro, Becchio avrebbe fatto sapere di voler ampliare la capienza della discoteca, di modo da poter accogliere 200/300 persone in più, dal momento che il Tabata registra un'affluenza media spesso più alta di quanto il locale possa sostenere.