15 settembre 2019
Aggiornato 08:00
Cronaca

L'ira dei rossoneri allo Juventus Stadium: spogliatoi devastati dopo la sconfitta 

Epilogo di partita poco onorevole per i ragazzi di Montella che, insoddisfatti dopo la sconfitta contro la Juventus, avrebbero devastato gli spogliato riservati agli ospiti dello Stadium

TORINO - Il primo a parlare al termine del match è stato il tecnico rossonero Montella: «Mi scuso a nome della squadra per la veemenza e l'agitazione di fine partita». Parrebbe infatti che alcuni giocatori del Milan, una volta rientrati negli spogliatoi, abbiano sfogato la rabbia e la frustrazione per la vittoria mancata sugli arredi degli spogliatoi di casa Juve. 

La rabbia del dopo partita
Il contestatissimo rigore assegnato a ridosso del fischio finale avrebbe lasciato con l'amaro in bocca i ragazzi dell'Aeroplanino e, a farne le spese, sarebbero stati gli spogliatoi riservati agli ospiti dello Juventus Stadium. I rossoneri si sarebbero scagliati da prima sulle riproduzioni in cartongesso delle due Coppe Campioni conquistate dalla Juventus: strappate dai muri, divelte e abbandonate a terra. Dopodiché l'ira della squadra sconfitta si sarebbe spostata sugli scudetti appesi alle pareti del vestiario. Non resta che aspettare e vedere se questi comportamenti, uniti a quanto accaduto in campo, avranno delle conseguenze in termini di squalifiche. L'ultima parola all'arbitro Massa.