27 ottobre 2021
Aggiornato 12:00
Dalla Questura

Approfitta dello stesso cognome e utilizza un documento rubato: scoperto e arrestato

In manette un senegalese di 30 anni. Gli agenti si sono insospettiti quando hanno notato che la fotografia del documento non era del tutto corrispondente alla fisionomia dell’uomo

TORINO - Sperava di farla franca con la carta d’identità rubata che aveva mostrato agli agenti la quale riportava il suo stesso cognome, ma quando i poliziotti hanno notato la non perfetta corrispondenza del soggetto all’immagine raffigurata sul documento, hanno fatto ulteriori approfondimenti. E’ stato accertato che il cittadino senegalese di 30 anni fermato aveva diversi alias e a suo carico è emerso, inoltre, un ordine di carcerazione.

L’arresto del senegalese
Fatti tutti gli accertamenti, i poliziotti hanno tratto in arresto il trentenne e lo hanno anche denunciato per i reati di sostituzione di persona e falsa dichiarazione delle proprie generalità. Il documento è risultato oggetto di una denuncia di smarrimento e riconsegnato al legittimo proprietario.