20 ottobre 2017
Aggiornato 00:00
ricetta

Ricetta: Zeppole di San Giuseppe

Il dolce tradizionale della festa del papà, il modo migliore per festeggiare con "dolcezza" gli uomini di casa

Le buonissime Zeppole di San Giuseppe (© Carmelina Pirrone)

RICETTA - Il 19 marzo è San Giuseppe nonché festa del papà. La tradizione vuole che per la festa di San Giuseppe, nei paesi e nelle città di tutta Italia si preparino le zeppole.

Ingredienti per le zeppole o sfinci:
600 gr. di farina
1 cubetto di lievito di birra
500 gr. di acqua
1 cucchiaino da tè di sale
Olio per friggere q.b.

Ingredienti per la crema:
500 gr. di ricotta fresca
200 gr. di zucchero
1 cucchiaino da caffè di cannella
50 gr. di gocce di cioccolato
50 gr. di frutta candita
Zucchero a velo q.b.

Io ricordo che sin da bambina, mia mamma preparava le zeppole tutti gli anni e che le chiamavamo «sfinci». Quest’anno le propongo anche a voi. In Sicilia, almeno dalle mie parti, gli sfinci si preparano con la pasta lievitata, fatta semplicemente con farina, lievito, sale e acqua.

Preparazione:
Setacciamo la farina in un contenitore capiente, saliamola, mescoliamo bene il al sale alla farina, sciogliamo il lievito in un bicchiere con acqua tiepida. Facciamo un buco in mezzo alla farina e con l’aiuto dell’acqua con il lievito impastiamo. Continuiamo a impastare finché il composto non si presenta liscio e molto molle (si deve attaccare letteralmente alle mani), consistenza che raggiungeremo aggiungendo man mano che impastiamo altra acqua tiepida.

Lasciamo riposare il nostro impasto coperto con un canovaccio umido per circa 2 ore, quando il composto raddoppia il suo volume allora è lievitato. Intanto che la pasta lievita, noi prepariamo la crema di ricotta. Prendiamo un setaccio o un colino e setacciamo la ricotta, aggiungiamo lo zucchero, la cannella e ripassiamola nel setaccio. Tutto questo serve per rendere liscia e cremosa la ricotta. Adesso aggiungiamo le gocce di cioccolato e i pezzetti di frutta candita. Se non abbiamo le gocce, va benissimo anche del cioccolato sbriciolato. Mescoliamo bene tutti gli ingredienti e conserviamo in frigorifero.

Ora che l’impasto è ben lievitato, prendiamo un tegame e mettiamoci abbondante olio di arachidi, perché come dico sempre »l’olio di arachidi è quello che tiene meglio il punto di fumo». Facciamo scaldare bene l’olio. Aiutandoci con un cucchiaio bagnato prendiamo delle cucchiaiate di pasta lievitata e affondiamole nell’olio, lasciamo dorare da ogni lato le nostre zeppole e adagiamole su di un foglio di carta assorbente, per eliminare l’olio in eccesso. Facciamo raffreddare le zeppole fritte e con le mani pratichiamo un taglio abbastanza grande da poterci inserire una cucchiaiata di crema di ricotta.

Adagiamole su un vassoio e spolverizziamole con la zucchero a velo. Possiamo gustare gli sfinci anche senza crema, spolverizzate solamente con zucchero semolato e cannella. Tanti cari auguri a tutti i papà, anche al mio che non c’è più.