20 ottobre 2017
Aggiornato 00:00
Cavalcavia Grosseto

Caso cavalcavia di corso Grosseto, parla l’assessora Lapietra: «Questa è la situazione»

Cedimenti di calcinacci, bufale e panico. Cosa sta succedendo al cavalcavia di corso Grosseto? Abbiamo contattato l’assessora ai Trasporti Maria Lapietra e i Vigili del Fuoco: ecco cosa ci hanno detto.

L'assessora Maria Lapietra ha chiarito la situazione relativa al cavalcavia di corso Grosseto (© )

TORINO - Tra bufale e verità, il caso del cavalcavia di corso Grosseto scuote le giornate di migliaia di torinesi. La struttura è davvero a rischio crollo o si tratta di una fake news? Per evitare di alimentare la confusione, abbiamo contattato i Vigili del Fuoco (i primi a intervenire lunedì) e l’assessora ai Trasporti Maria Lapietra, che ci ha svelato le condizioni del cavalcavia e le ipotesi future.

Assessora, grazie per la disponibilità. Tanti i torinesi spaventati da un possibile crollo. E’ pericoloso passare sopra e sotto il cavalcavia di corso Grosseto?
No, non ci sono cedimenti strutturali. Negli scorsi giorni sono caduti dei calcinacci e per questo motivo una delle corsie è stata delimitata e vietata al transito veicolare. Sono intervenuti i Vigili del Fuoco. Attualmente non c’è alcun pericolo, proprio perché è stata delimitata la zona.

Quando si tornerà alla normalità?
Non appena tutti i calcinacci verranno rimossi. I tecnici del Comune sono in costante contatto con i Vigili del Fuoco, la situazione tornerà nella normalità quando finiranno gli interventi di messa in sicurezza. Attualmente la viabilità rimane regolare sull’altra corsia.

Si può arrivare alla chiusura totale di corso Grosseto?
Solo in un caso: quello in cui si verifichino dei cedimenti strutturali. Se si dovesse presentare una simile situazione, lo chiuderei immediatamente. Senza dubbi.

L’abbattimento è comunque programmato, giusto?
Sì, il cavalcavia verrà abbattuto per la costruzione del tunnel di corso Grosseto. I lavori  però non inizieranno prima dell’estate perché il progetto esecutivo non è ancora pronto, quindi occorrerà avere pazienza fino ad allora e continuare a monitorare la situazione.

Dopo aver sentito l’assessora Lapietra, abbiamo voluto contattare anche i Vigili del Fuoco, i primi a intervenire in occasione della caduta dei calcinacci. Calcinacci di dimensioni comunque notevoli e in grado di fare del male. Ecco cosa è emerso dal Comando Provinciale: «Intervento eseguito lunedì ha permesso di mettere in sicurezza la zona e di rimuovere i calcinacci presenti. In questo momento non ci sono pericoli ma l’area sottostante rimane transennata in una corsia, mentre sull’altra la viabilità è regolare. Nei prossimi giorni verrà eseguito un sopralluogo con i vari enti e verranno dati aggiornamenti. Confermiamo l’assenza di cedimenti strutturali».

Uno dei calcinacci caduti lunedì

Uno dei calcinacci caduti lunedì (© )