22 giugno 2017
Aggiornato 16:00
Cronaca

Tassa rifiuti in aumento per il 2017: sconti per le zone che fanno più raccolta differenziata 

Importanti novità in ambito di tassa rifiuti: a essere agevolate saranno quelle zone della città che si sono dimostrate più attente in campo di raccolta differenziata

TORINO - Dall'amministrazione comunale arrivano nove delibere relative al 2017, in vista dell’approvazione del bilancio. Tra variazioni e aumenti cosa ne sarà della tassa rifiuti? Inutile girarci intorno, la Tari aumenterà:  dallo 0.4% allo 0,8%. Gli unici a godere di una riduzione della tassa saranno i venditori ambulanti con banchi di alimentari, per tutte le altre attività commerciali è previsto invece un incremento pari allo 0,42%.

Le zone dove sono in corso le grandi opere
Buone notizie arrivano invece per i negozianti che svolgono la propria attività in aree dove sono in corso lavori per la realizzazione di grandi opere pubbliche, la cui durata è superiore a sei mesi: per loro sono confermati una serie di sgravi.

Sconto del 10% per alcune zone della città
Per quanto concerne invece la raccolta differenziata viene approvato uno sconto del 10% sulla parte variabile del tributo (rapportata al numero degli occupanti). A chi spetta il premio? Le zone "virtuose" in campo di raccolta differenziata sono quest'anno Cenisia – Cit Turin (per la raccolta di prossimità) che ha registrato nel 2016 una percentuale di raccolta del 31,3% e Nizza Millefonti (per il porta a porta) con una percentuale di differenziata pari al 61,4% (con un aumento di 1,7 punti percentuali rispetto al 2015). 
 
Misure antispreco

Nell'ottica di cercare di diminuire gli sprechi alimentari, un'importante novità arriva anche per le utenze non domestiche.Nello specifico si tratta di una riduzione della tassa per quelle attività commerciali che decideranno di cedere gratuitamente le proprie eccedenze: l'agevolazione sarà proporzionale al peso (documentato) delle merci donate.