17 febbraio 2020
Aggiornato 02:30
Guardia di finanza

Maxi sequestro di giocattoli pericolosi e materiale elettrico illegale vicino Porta Palazzo

La guardia di finanza è partita dal mercato di piazza della Repubblica ed è arrivata fino in Lombardia, sede del grosso importatore. In totale sono stati sequestrati 350mila articoli destinati alla vendita
Centinaia di migliaia di sequestri (immagine d'archivio)
Centinaia di migliaia di sequestri (immagine d'archivio) ANSA

TORINO - Maxi operazione della guardia di finanza di Torino che, partendo da un magazzino sotterraneo nei pressi del mercato di Porta Palazzo, è arrivata a sequestrare oltre 350mila giocattoli pericolosi e materiale elettrico illegale. L’indagine è iniziata controllando un locale di un imprenditore cinese già noto alle forze dell’ordine per fatti analoghi: i finanzieri qui hanno trovato 11mila articoli contraffatti che venivano venduti con certificazioni di conformità totalmente false oltreché sprovvisti delle più elementari indicazioni circa la provenienza come i dati dell’importatore e la presenza di materiali o sostanze pericolose, il tutto con evidenti rischi per la sicurezza degli ignari compratori.

Sequestri anche in Lombardia
Da Torino l’attenzione della guardia di finanza si è spostata in Lombardia dove a Monza e Agrate è stato individuato l’importatore della merce falsa, anch’egli di nazionalità cinese. In due grossi capannoni sono stati trovati e sequestrati centinaia di migliaia di giocattoli pericolosi, cavi elettrici, saldatori, pistole a caldo, lampade al led, insegne e altro svariato materiale elettrico, anche di uso domestico, con false certificazioni sulla sicurezza. A seguito del controllo sono state denunciate due persone per frode in commercio, violazione delle norme sulla sicurezza dei giocattoli e contraffazione. Inoltre questi rischiano fino a quattro anni di carcere.