5 luglio 2020
Aggiornato 22:30
Domenica ecologica

Domenica ecologica, niente pugno duro: diminuiscono i controlli, in calo le multe

Rispetto alla scorsa domenica ecologica, quella del 5 marzo, gli agenti della polizia municipale hanno fermato meno veicoli e redatto meno verbali

TORINO - Forse qualcuno sperava che la pioggia facesse da deterrente naturale e costringesse in casa gli automobilisti o forse i torinesi sono diventati davvero più rispettosi delle regole. Sta di fatto che la seconda domenica ecologica dell’anno ha visto un netto calo di controlli e multe rispetto alla giornata del 5 marzo. Meno auto controllate e, ovviamente, un minor numero di verbali redatti.

Calano i controlli, diminuiscono le multe
I numeri parlano chiaro: oggi, 2 aprile, gli agenti della polizia municipale hanno controllato 784 veicoli e redatto 156 verbali. La multa 85 euro, con possibilità di pagamento ridotto a 59,5 euro se saldato nei primi cinque giorni. Nessun pugno duro, è evidente dai risultati della scorsa domenica ecologica, quella del 5 marzo, quando i veicoli fermati erano stati 1128 e i verbali redatti 256. Una differenza non da poco, dunque: parliamo di 344 auto in meno controllate e di 100 multe in meno. La domanda sorge spontanea: i torinesi sono stati più disciplinati o dopo il pugno duro della scorsa domenica si è deciso di allentare un po’ la presa?