13 agosto 2020
Aggiornato 13:00
Barattolo in via Di Nanni

Ex Suk, tra rabbia dei cittadini e rinvii continui spunta l’ipotesi di un trasferimento in via Di Nanni

Nonostante promesse, comunicati e ipotesi, la prossima destinazione dell’ex Suk (oggi Barattolo) è ancora un rebus. L’assessore accusa il Pd e medita uno spostamento a sorpresa nella Circoscrizione 3

TORINO - +++ ULTIM'ORA: decisa la destinazione di Barattolo, andrà in via Carcano. L'intervista all'assessore Giusta. +++

Ponte Mosca, via Carcano e, forse, via Di Nanni. Sono queste le tappe di Barattolo, per tutti facilmente identificabile come l’ex Suk. Tappe immaginarie di un viaggio itinerante che, prima di cominciare veramente, ha già toccato tre punti. Dopo il cambio di rotta su Ponte Mosca e le proteste per la location di via Carcano, l’ultima destinazione ipotizzata dall’assessorato per il mercato di libero scambio sembra essere quella di via Di Nanni. Una soluzione che, seppur raccontata a denti stretti, inizia già a far discutere. Anche perché, i precedenti lo confermano, nessun residente in nessuna Circoscrizione vuole Barattolo sotto casa.

Barattolo, le tappe di un viaggio che non c'è mai stato
Proviamo a far chiarezza in questo viaggio immaginario: l’ex suk avrebbe dovuto trasferirsi a Ponte Mosca fino al 31 maggio. Dopo varie proteste, il Comune ha deciso di fare marcia indietro e Barattolo (questo il nome del nuovo libero scambio) a Ponte Mosca non è mai arrivato. L’assessore prova a proporre via Carcano, nel cuore di Vanchiglietta: siamo a due passi dal cimitero e da un liceo, la delibera è già pronta, ma due assemblee infuocate fanno saltare tutto. Il confronto tra Giusta e i consiglieri della Circoscrizione 7 è serrato, l’assessore prova a spiegare le ragioni della scelta e i punti di forza del nuovo Barattolo ma senza successo. Ne nasce un battibecco con i consiglieri di Circoscrizione del Pd. «Siete sicuri che sia utile questa economia?» è la provocazione da Ernesto Aulisio, vicepresidente della 7. «L’avete inventata voi del Pd» è la risposta di Giusta. Dopo il botta e risposta, l’assessore abbandona il confronto e sospende la delibera.

Via Di Nanni l'ultima ipotesi
Quale futuro quindi per l’ex Suk? In realtà un piano B c’è e porta dritti nella Circoscrizione 3, in via Di Nanni. A proporlo in Circoscrizione, pur senza sentire il parere dei cittadini, il gruppo Consigliare del Movimento 5 Stelle: l’area identificata per l’allestimento di Barattolo è quella pedonale. «Può essere un valore aggiunto» fanno sapere i consiglieri pentastellati. Meno contenti i residenti, che trovano assurda l’idea di ospitare centinaia di persone in una zona con grossi problemi di parcheggio e un mercato storico. Certo, i problemi non mancano nemmeno in via Di Nanni, anzi, ma nessuno tra i residenti sembra voler accettare l’ex Suk. Ma sono soprattutto i commercianti a non volerne sapere. La zona proposta peraltro è molto piccola, in un quartiere densamente popolato come zona San Paolo. Insomma, anche a livello di scelta si tratta di una soluzione ben diversa da via Carcano. Tra un rinvio e l’altro, quel che è certo è che Barattolo non ha ancora trovato una collocazione definitiva. Il progetto itinerante (tot tempo in una determinata location) non sembra piacere a nessuno e il ritardo nella scelta di una location si accumula ogni giorno di più: il futuro rimane un rebus, il presente riserva polemiche e proteste.