19 ottobre 2019
Aggiornato 12:00
Solidarietà

Dybala e la Pasqua con i bambini ricoverati per un tumore: «Una sorpresa per loro, un dono per me»

L’attaccante argentino della Juventus ha portato le uova ai pazienti dell’Ospedale Regina Margherita, regalando loro sorrisi e momenti di gioia: «Aprire le uova insieme è stato bellissimo: abbiamo trovato sorrisi».

TORINO - Per vincere le partite più difficili c’è sempre bisogno di un campione. Deve aver pensato questo Paulo Dybala, attaccante della Juventus, che ieri ha deciso di trascorrere la Pasqua in maniera decisamente speciale: facendo visita ai bambini ricoverati nel reparto di oncoematologia dell’ospedale Regina Margherita e ai pazienti del centro trapianti. Una visita a sorpresa, che ha strappato il sorriso a persone che ogni giorno combattono contro un avversario durissimo, il tumore.

Dybala: «Aprire le uova insieme è stato bellissimo»
Dybala è entrato in ogni stanza, consegnando un uovo di Pasqua, trascorrendo il tempo con i pazienti, famigliari e infermieri. A pochi giorni dalla sfida contro il Barcellona, la Joya (alle prese con un infortunio alla caviglia) ha voluto portare un sorriso a chi, in questo momento, vive giorni difficili. L’argentino, sul suo profilo Instagram, ha spiegato le ragioni di un gesto apprezzato da tutti: «Una Pasqua speciale con persone speciali. Ho visitato i bambini dei raparti di degenza oncoematologica, il centro trapianti e l’Isola Margherita dell’Ospedale Pediatrico Regina Margherita di Torino. Una sorpresa per loro, un dono per me. Aprire le uova insieme è stato bellissimo: abbiamo trovato sorrisi».