24 giugno 2017
Aggiornato 19:00
Malasosta

La «malasosta» colpisce le primarie PD: pioggia di multe ai volontari dei seggi

Raffica di contravvenzioni in via Masserano, quartiere generale del Partito Democratico a Torino: nessuna pietà per le auto in doppia fila e in divieto di sosta

La lotta alla «malasosta» ha coinvolto anche il Partito Democratico (© Ansa)

TORINO - La malasosta colpisce tutti, anche i presidenti e militanti del Partito Democratico impegnati nelle primarie del loro partito. Domenica, dopo la chiusura dei tanti seggi presenti in città, i volontari si sono recati in via Masserano, sede centrale del Partito Democratico torinese, per consegnare le schede e i verbali. Una volta usciti dal quartier generale, l’amara sorpresa: le loro auto erano state multate dai vigili urbani.

Pioggia di multe alle auto in doppia sosta
Per chi non conoscesse la zona, la sede del Partito Democratico si trova tra corso Principe Oddone, corso Regina Margherita, via Biella e via Maria Ausiliatrice: una zona molto popolata, dove il parcheggio è spesso un vero e proprio miraggio anche a causa di una zona pedonale nei pressi di una scuola. Quando i presidenti e i militanti si sono recati in via Masserano con tutto il materiale, in molti hanno lasciato l’auto in doppia fila, convinti di sbrigare un’operazione apparentemente da pochi minuti. Qualche istante dopo però, davanti alla sede del Partito Democratico si sono palesati anche i vigili urbani: hanno concesso ai militanti qualche minuto per spostare le auto, poi sono partiti con le contravvenzioni. Un episodio mandato giù a denti stretti dal Partito Democratico, entrato per una sera nella guerra alla malasosta voluta da Chiara Appendino.