7 aprile 2020
Aggiornato 22:30
Animali

Riapre in grande stile il bioparco Zoom, record di visitatori ad aprile 2017

In attesa che venga inaugurato il nuovo habitat dedicato al mondo marino, il bioparco ha riaperto al pubblico. Forte la crescita rispetto a un anno fa

CUMIANA - Ha riaperto nel migliore dei modi il bioparco Zoom Torino. Solo nelle vacanze di Pasqua, da giovedì 14 a lunedì 17 aprile, sono stati circa 14mila i visitatori, a cui si aggiungono gli oltre 16mila nel lungo ponte del 25 aprile, per un totale di circa 30mila persone in appena due settimane. Un trend in forte crescita soprattutto se confrontato con i dati del 2016. Per l’aprile di quest’anno si parla di +33% di visitatori.

La provenienza dei visitatori
Dai dati diramati dal bioparco Zoom si evince che il 70% di chi visita il bioparco risiede entro l’ora di viaggio in auto, il 20% arriva da località nel raggio di due ore di distanza e il 10%, con una crescita in un solo anno del 45%, arriva a Cumiana dall’estero o comunque oltre le due ore di viaggio in auto.

Il bioparco Zoom Torino
E’ il primo bioparco immersivo d’Italia e non si trova in città (nonostante il nome) ma a Cumiana, a una trentina di chilometri di distanza da Torino. Quello che caratterizza Zoom è un percorso che si snoda tra 160mila metri quadrati, un viaggio emozionante, curioso e sorprendente alla scoperta di due continenti, l’Africa e l’Asia, dove incontrare gli animali in habitat ricreati ad hoc, Serengeti, Hippo Underwater, Madagascar, Giungla asiatica, Tempio delle tigri, Anfiteatro di Petra, Bolder Beach, Fattoria del Baobab. Grazie alle lezioni quotidiane fatte dai biologi si possono scoprire curiosità e abitudini degli animali. Inoltre, tutti i giorni, ci sono 3 dimostrazioni di volo dei rapaci nell’Anfiteatro.