13 agosto 2020
Aggiornato 13:00
Politiche Giovanili

Torino pensa ai giovani, dal Portogallo arriva un importante riconoscimento a livello europeo

Il capoluogo piemontese si è aggiudicato un prestigioso riconoscimento a livello europeo in campo di politiche giovanili. L'assessore comunale Marco Giusta si è detto molto soddisfatto del risultato e pensa al lungo percorso ancora da intraprendere

TORINO - Torino c'era e ha fatto sentire la sua voce durante la cerimonia conclusiva del progetto Europero «100% Youth City», tenutasi a Braga, in Portogallo, mercoledì 10 maggio. Al capoluogo piemontese è spettato infatti il riconoscimento di «Città Pioniera 100% Youth City» per i meriti dimostrati in campo di politiche giovanili. Torino si è distinta in particolare per l'implementazione di azioni innovative e inclusive rivolte al mondo giovanile, ponendosi così all’avanguardia nel gruppo delle città europee che hanno partecipato all’iniziativa. Tra queste vi sono Cluj-Napoca (Romania), Ganja (Azerbaijan), Riga (Lettonia), Valencia (Spagna) e Varna (Bulgaria). 

«100% Youth City»
Una bella soddisfazione per l'assessore alle Politiche Giovanili Marco Giusta, il quale ha commentato la notizia affermando che questo rappresenta solo un passo di un lungo e più articolato percorso. «Credendo da sempre in queste metodologie», ha dichiarato Giusta, «ho voluto impostare il mio lavoro sulle politiche giovanili mettendone i protagonisti al centro. È per questo che abbiamo scritto la Strategia Giovani 2016-2021 di Torino tutte e tutti insieme, processo che ci è valso questo importante riconoscimento».