16 novembre 2019
Aggiornato 01:00
Vaccinazioni

Il Piemonte propone vaccinazioni obbligatorie per l'accesso all'asilo, scoppia la polemica

La Commissione Sanità della Regione si è riunita per discutere la tanto chiacchierata proposta di legge sui vaccini. Partono le consultazioni on line per ordini professionali, associazioni ed enti locali

TORINO - Non accenna a placarsi la tempesta che gravita attorno al tema dei vaccini. La Commissione Sanità del Consiglio regionale passa in esame la proposta di legge che renderebbe le vaccinazioni obbligatorie una condizione essenziale per l'accesso all'asilo nido e alle scuole d'infanzia ed è subito polemica. 

Pro e contro la proposta di legge
Da un lato ci sono i consiglieri Pd e Sel, dall'altro i rappresentanti del Movimento 5 stelle, che considerano la proposta di legge al pari di uni spot pubblicitario per i vaccini e che richiedono perciò la consulta diretta di tutte le parti. Il risultato dell'accesa polemica della seduta di Commissione è racchiuso in un'unica data: il 9 giugno. Entro tale limite infatti verrà chiamato ad audizione il Servizio Epidemologico di sorveglianza e, entro la stessa data, verrà data la possibilità di consultazione, unicamente on line, a ordini professionali associazioni ed enti locali. Nulla sembra ancora stabilito, intanto l'assessore regionale alla Sanità Antonio Saitta rimane fermo sulla sua posizione: «Sì alle vaccinazioni obbligatorie».