20 agosto 2017
Aggiornato 13:30
Salone del Libro

Salone del Libro, Torino manda al tappeto Milano ancor prima di partire: già staccati 56.000 biglietti

La Fiera milanese aveva dichiarato 60.796 biglietti, mentre il Salone torinese ha quasi raggiunto quella cifra ancora prima di partire. Appendino: «Per molti era un patrimonio perso, non è così»

Domani partirà la 30esima edizione del Salone del Libro (© )

TORINO - Il Salone del Libro aprirà ufficialmente i battenti domani ma anche se la 30esima edizione deve ancora incominciare, la «gara a distanza» con la rassegna milanese è già praticamente vinta. Prima del taglio del nastro infatti, a Torino sono già 56.000 i biglietti venduti: se si pensa che Milano ha chiuso a quota 60.796, il confronto lascia senza parole. In pratica, ancor prima di incominciare Torino ha già eguagliato Milano ma mancano quelli venduti ogni giorno alle casse. 

56.000 ticket venduti, grande spazio agli studenti
Grande successo per la vendita online, che ha visto registrare 18.000 acquisti. 10.000 i ticket destinati alle scuole, segno evidente di una grande considerazione rivolta agli studenti e a un pubblico più giovane. Attualmente l’incasso si aggira intorno ai 120.000 euro, ma ovviamente a fine Salone la cifra sarà ben maggiore. L’entusiasmo per renderla un’edizione speciale non manca: Chiara Appendino, proprio ieri sera aveva augurato un buon inizio al Salone, togliendosi qualche sassolino dopo le tante critiche ricevute: «Per molti era un patrimonio perso, non è così».

Torino-Milano, una sfida vinta in partenza
Sono 469 gli espositori che hanno risposto «presente», mentre le case editrici saranno circa un migliaio. Importantissimi anche gli eventi paralleli al Salone, quelli organizzati durante il «Salone Off». Si tratta della prima edizione diretta da Nicola Lagioia, impaziente di incominciare. Domani la grande inaugurazione, con i ministri Dario Franceschini, Valeria Fedeli e Pietro Grasso, presidente del Senato. Tradizione, entusiasmo e innovazione: il Salone del Libro deve ancora incominciare, ma Torino sembra aver vinto già dai nastri di partenza.