22 novembre 2017
Aggiornato 10:14
Incidente mortale

Spaventoso incidente nella notte, muore un motociclista in corso Giulio Cesare

Stava viaggiando verso l'esterno della città a bordo della sua Honda Repsol 1000 quando, per cause ancora da accertare, ha perso il controllo del mezzo a due ruote ed è caduto rovinosamente a terra. All'arrivo dei soccorsi non c'era pià nulla da fare

La moto distrutta dopo l'incidente (© )

TORINO - Incidente mortale questa notte in corso Giulio Cesare, all'angolo con via Ivrea. Intorno alle 3.30 Carlo Fedele, 43 anni di Rivoli, ha perso la vita cadendo rovinosamente sull’asfalto mentre si dirigeva verso l’esterno della città con la sua Honda Repsol 1000. Le cause che hanno portato il motociclista a perdere il controllo del mezzo non sono ancora state accertate, anzi la polizia municipale, intervenuta sul luogo dell’incidente, è alla ricerca di eventuali testimoni che possano aiutare a ricostruire la dinamica di ciò che è avvenuto. In corso Giulio Cesare sono intervenuti rapidamente anche i sanitari del 118, ma al loro arrivo non c’era più nulla da fare.

Il ricordo degli amici
Carlo Fedele aveva tanti amici, faceva parte di una delle più numerose associazioni di motociclisti, i «Tre Merli Sotto Shock», portata avanti da tanti anni dal presidente Nico Marinelli. «Era un grande amico e un gran lavoratore», ci dice, «ci seguiva in tutti i tour che facevamo tutti insieme, era veramente un grande. Il prossimo mese saremmo dovuti partire insieme per lo Stelvio. Invece ci troviamo a piangere quello che era un pilastro dei Merli».

"Che spettacolo la notte in moto"
Solo ieri sera la vittima sul suo profilo Facebook aveva scritto "che spettacolo la notte in moto" postando due foto prima di mettersi in viaggio. Il tutto dopo aver condiviso un augurio per Nicky Hayden, il campione di motociclismo investito mentre faceva allenamento in bicicletta. E poi, scorrendo le sue foto, tante sono insieme ai due figli che amava tantissimo.

Carlo Fedele era un grande appassionato di moto

Carlo Fedele era un grande appassionato di moto (© Facebook)