13 dicembre 2017
Aggiornato 15:41
2 centesimi

Le monetine da 2 centesimi vanno in pensione, la Mole dice «addio» alle tasche degli italiani

La decisione arriva dal Parlamento: dal 1° gennaio 2018 verrà sospeso il conio delle monetine di rame da 1 centesimo e da 2 centesimi

Entro il 1° gennaio 2018 le monete da 1 e 2 centesimi non verranno più prodotte (© Wikipedia)

TORINO - La Mole Antonelliana saluta tutti e sparisce dalle tasche degli italiani. Mancano pochi mesi ormai e le monetine da 2 centesimi spariranno lentamente dalla circolazione: la decisione è arrivata dal Parlamento, che ha deciso di sospendere il conio delle monetine di rame, quelle da 1 e 2 centesimi. La Mole Antonelliana, raffigurata sul retro delle monetine da due centesimi, verrà quindi tolta dalla circolazione.

Dai portafogli ai collezionisti: la Mole «saluta» l'euro
Una notizia che in molti si aspettavano. La «sparizione» sarà comunque lenta, perché le vecchie monete rimarranno comunque in circolazione sino a naturale estinzione. In pratica, la Mole passerà dai portafogli degli italiani alle collezioni di numismatica. La decisione è arrivata dalla Commissione Bilancio della Camera: le monete da 1 e 2 centesimi, storicamente poco apprezzate, rappresentano un costo decisamente poco utile. Rimane comunque l’amarezza per la sparizione del simbolo di Torino dagli euro: anche quello, in fondo, era un modo per portare il capoluogo sabaudo in giro per l’Italia e per l’Europa.