22 agosto 2017
Aggiornato 22:30
Tragedia a Coassolo

Autopsia per il piccolo Aldo Ubaudi, le risposte della tragedia dalla «camera car»

Prima di dare il nullaosta per i funerali della piccola vittima del Rally Città di Torino sarà eseguita l’autopsia dal medico legale incaricato dalla Procura di Ivrea. Intanto gli inquirenti cercheranno risposte dalla «scatola nera» della vettura

La tragedia è avvenuta sabato a Coassolo Torinese (© ANSA)

COASSOLO - Dietro la tragedia di sabato in cui ha perso la vita Aldo Ubaudi, un bambino di appena 6 anni, ci sono ancora tanti punti interrogativi. La procura di Ivrea ha aperto un fascicolo per omicidio colposo e ha incaricato il medico legale Carmela Patanè di eseguire l’autopsia sul corpicino della vittima, cosa che sarà fatta in giornata. Solo dopo gli esiti sarà dato il nullaosta per i funerali.

Risposte dalla «camera car»
Intanto resta ancora da capire perché quella Skoda da rally sia finita fuori strada: colpa di un malore del pilota Cristian Milano o di una manovra sbagliata? Ad aiutare gli inquirenti c’è il filmato registrato dalla «camera car», una sorta di scatola nera che riprende la strada percorsa dalla vettura e che registra l’audio esterno. Filmati importanti, già sequestrati dagli uomini incaricati dalla Procura di Ivrea, che potrebbero anche chiarire l’esatta posizione in cui si trovava la famiglia Ubaudi quando è stata interamente travolta dall’auto. Il piccolo Aldo è morto sul colpo, mamma, papà e il fratellino di 3 anni sono stati trasportati al pronto soccorso.

Coassolo in lutto
Coassolo si trova a Nord Ovest di Torino nelle Valli di Lanzo ed è un comune che conta appena 1.500 abitanti. Il paesino si è stretto tutto intorno alla famiglia Ubaudi e il sindaco, che è andato a trovare i feriti qualche ora dopo il dramma, ha detto che stanno pensando a una giornata di lutto cittadino per il giorno dei funerali. «Solo se la famiglia vuole», ha fatto però sapere. Certo, come detto prima, c’è da attendere l’esito dell’autopsia: solo allora sarà dato il nullaosta per poter procedere.